username: password:      forget password  register
Login
Nome utente:

Password:

Ricordami



Password persa?

Registrati ora!

Menù principale

Dove siamo

Gli Speciali
Mobilità
Utilizzazioni/Assegnazioni provvisorie
Contratti

Top News

Collegamenti


Federazione Gilda - Unams (FGU) di Forlì-Cesena e Rimini
Open in new window

La sede è aperta martedì e giovedì dalle 16:00 alle 18:30 in Via Uberti 56/F a CESENA - Tel. 054726145
mail: gildafc@virgilio.it - PEC: fgu@pec.gildafc.eu
Cookie & Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Cookie & Privacy Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie o alla nostra Privacy Policy, consulta la Cookie & Privacy Policy. Ignorando questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie e accetti la Privacy Policy. MAGGIORI INFORMAZIONI
Gilda News
(1) 2 3 4 ... 805 »
Comunicati : da "Corriere Romagna.it" ed Forlì-Cesena
Inviato da admin_CUSMA il 20/1/2022 16:00:00 (4 letture)

Il report settimanale AUSL

ROMAGNA: QUASI 500 CLASSI SONO IN QUARANTENA

Cesena, 20 gen 2022

Sono 483 le classi romagnole finite in quarantena durante la prima settimana di riapertura delle scuole dopo le festività natalizie. Di queste, 170 sono in provincia di Ravenna, 166 in quella di Rimini e 147 in provincia di Forlì-Cesena (114 nel forlivese e 33 nel cesenate).
le scuole maggiormente colpite sono quelle della primaria (ex elementare) con 182 classi in quarantena.
Questi i dati nella settimana 10/16 gennaio registrati sul territorio:


CLASSI COMPLESSIVE IN QUARANTENA

RAVENNA 170
RIMINI 166
CESENA 33
FORLI' 114


DI CUI:
SERVIZI EDUCATIVI 0-3 ANNI

RAVENNA 16
RIMINI 6
CESENA 6
FORLI' 11

SCUOLA INFANZIA 3-6 ANNI

RAVENNA 56
RIMINI 35
CESENA 7
FORLI' 27

SCUOLA PRIMARIA

RAVENNA 70
RIMINI 73
CESENA 20
FORLI' 19

SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO (MEDIE)

RAVENNA 5
RIMINI 20
CESENA 0
FORLI' 14

SCUOLA SECONDARIA DI II GRADO (SUPERIORI)

RAVENNA 23
RIMINI 32
CESENA 0
FORLI' 43.

Da due giorni in Emilia Romagna sono in calo i ricoveri. Si spera siano i primi segnali di assestamento. Non dobbiamo mollare proprio ora, occore ancora grande attenzione e pazienza. Ieri 19 il debutto dell'autotesting per 231 persone, valido per coloro che sono vaccinate con la terza dose.

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Comunicati : da "LaTecnicadellaScuola.it
Inviato da admin_CUSMA il 19/1/2022 17:19:53 (2 letture)

Covid scuola, i sorprendenti dati del Ministero: in DaD solo il 6% delle classi

di C. Virzì - 19/01/2022

Il ministro Bianchi oggi in audizione alla Camera ha comunicato i numeri della rilevazione dei contagi in questo anno scolastico 2021-2022, con focus sulla settimana del rientro a scuola dopo le vacanze di Natale. Numeri che hanno dell’incredibile e che smentirebbero chi nelle scuole lamenta il caos e la mancanza di personale. Insomma, molti dirigenti scolastici non avrebbero il polso della reale situazione del paese, stando ai numeri diramati dall’inquilino di Viale Trastevere.

Il 93,4 per cento delle classi è in presenza, a quanto pare. Di queste il 13,1% con attività integrata per singoli studenti costretti da positività o quarantena a seguire a distanza. Le classi in Dad sarebbero circa 6 su 10. Gli studenti – su 7.362.181 – sono per l’88,4 in presenza. Quanto al personale scolastico sospeso perché privo di vaccino – ha dichiarato Bianchi – si tratterebbe soltanto dello 0,9 per cento del totale.

Sarebbero i dati rilevati alle ore 12:00 del 19 gennaio 2022, che si riferiscono all’82,1% delle istituzioni scolastiche statali (pari a 6.693 scuole su 8.157 scuole), nella settimana di ripartenza della scuola dopo la pausa natalizia (10 – 15 gennaio).

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it
Inviato da admin_CUSMA il 19/1/2022 13:24:35 (2 letture)

Il ministro Bianchi e le novità su attività scolastiche e Covid – Diretta ore 14

di Redazione - 19/01/2022

La Commissione Cultura della Camera svolgerà oggi mercoledì 19 gennaio alle 14.00 l’audizione del Ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, sull’organizzazione delle attività scolastiche nell’attuale contesto di pandemia di Covid-19.

La Tecnica della Scuola seguirà l’audizione in diretta sui propri canali social, Facebook e Youtube.

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Normativa : da "LaTecnicadellaScuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 28/12/2021 15:00:42 (52 letture)

Insindacabile la libertà di insegnamento, il ds non può sanzionare nel merito

di L. Ficara - 26/12/2021

Una lettrice ci chiede se è nei poteri del dirigente scolastico procedere disciplinarmente contro un docente, anche con una sola censura, riguardo il metodo di insegnamento, l’uso delle griglie di valutazione e lo svolgimento delle attività didattiche proposte agli studenti.

Libertà di insegnamento
C’è da dire che le modalità di insegnamento di un docente non possono mai essere oggetto di azioni disciplinari da parte del dirigente scolastico, questo perché attengono alla libertà di insegnamento del docente.

La libertà di insegnamento è un principio costituzionale importante, infatti all’art.33 della nostra Costituzione è scritto: “L’arte e la scienza sono libere e libero ne è l’insegnamento. La Repubblica detta le norme generali sull’istruzione ed istituisce scuole statali per tutti gli ordini e gradi…”.

Insindacabilità
Nell’ultimo rinnovo del contratto scuola, quello 2016-2018, all’art. 29, riferito alla responsabilità disciplinare per il personale docente ed educativo, le parti avevano convenuto sulla opportunità di rinviare ad una specifica sessione negoziale, da svolgersi entro il luglio 2018, a livello nazionale la definizione, per il personale docente ed educativo delle istituzioni scolastiche, della tipologia delle infrazioni disciplinari e delle relative sanzioni.

In tale art. 29 è chiaramente scritto che il soggetto responsabile del procedimento disciplinare deve in ogni caso assicurare che l’esercizio del potere disciplinare sia effettivamente rivolto alla repressione di condotte antidoverose dell’insegnante e non a sindacare, neppure indirettamente, la libertà di insegnamento.

Il ds non può sconfinare

segue in leggi tutto ...

Rango: 10.00 (1 voto) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 3012 bytes | Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 28/12/2021 14:50:09 (17 letture)

Bianchi: scuola in presenza, ma i sindaci possono disporre chiusure isolate

di P. Almirante - 28/12/2021

La conta dei contagi non è rassicurante. Tra gli under 20 ci sarebbe un oltre 26% positivo, mentre i vaccinati tra i ragazzi tra 12 e 19 anni avrebbero raggiunto la quota di 3,7 milioni; e tra i 5 e gli 11 anni si sarebbe arrivati a 170 mila bambini. Di contro, le classi in quarantena sarebbero già oltre diecimila con un grosso punto interrogativo al rientro delle vacanze di Natale, tanto che si è disposto l’uso delle mascherine Ffp2 per arginare meglio la circolazione del virus.

Di fronte a questi numeri il ministro Patrizio Bianchi dichiara che indietro non si torna: “la scuola deve essere in presenza. Ci vuole la responsabilità di tutti, ma questo è il nostro obiettivo e questo faremo”.

Ciò che potrà essere possibile, e ciò a discrezione dei sindaci, dopo le Feste si potranno adottare solo micro-chiusure: “laddove ci sono condizioni straordinarie, con focolai isolati, i presidenti di regione e sindaci possono disporre chiusure isolate, non diffuse, e allo scopo di verificare lo stato in quel cluster”.

“Prima della chiusura festiva – ha detto pure Bianchi- avevamo un numero di bambini e ragazzi positivi molto controllato, 0,5% su un totale di 8 milioni”. Le Regioni concorderanno con la struttura commissariale dei “programmi specifici” per il tracciamento, in particolare per dare certezze ai bambini più piccoli, non vaccinati.

In ogni caso, gli operatori della scuola chiedono maggiori protezioni e in modo particolare che si disponga, prima del rientro, l’uso delle mascherine Ffp2 nelle scuole per tutti, alunni e personale. Per ora si è fermi al parere contrario, espresso a maggio dal Cts, che considerò non consigliabile l’uso prolungato delle mascherine, mentre il sindacato Anief chiede il ritorno in dad a gennaio per poi valutare se finire l’anno con metà allievi in presenza e metà a casa in dad.

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Graduatorie : da UST di Forlì-Cesena e Rimini sede di Forlì
Inviato da admin_CUSMA il 28/12/2021 14:09:30 (18 letture)

UST di Forlì-Cesena e Rimini sede di Forlì

riceviamo: DIRITTO ALLO STUDIO ANNO SOLARE 2022. ELENCHI DEFINITVI

Forlì, 27 dicembre 2021

Buongiorno,
si trasmettono gli elenchi definitivi del personale del comparto scuola beneficiario dei permessi studio per l’anno solare 2022.

Gli stessi sono stati pubblicati in data odierna sul sito di quest’ufficio al seguente link:
https://fc.istruzioneer.gov.it/2021/12 ... nale-comparto-istruzione/

Si prega diffusione al personale interessato.
Saluti.

G. Tuzzolino



Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Stampa : da "Il Sole 24 Ore"
Inviato da admin_CUSMA il 23/12/2021 15:40:41 (22 letture)

C’È TEMPO FINO AL 28 GENNAIO PER INDIVIDUARE IL PERCORSO GIUSTO

di E. Bruno e C. Tucci - 22 dicembre 2021

A differenza dello scorso anno, è necessario che la famiglia sia in possesso di una identità digitale: si potrà accedere al sistema utilizzando le credenziali Spid

Per 1,4 milioni di famiglie e studenti è entrata nel vivo la procedura per le iscrizioni online al prossimo anno scolastico, il 2022/23. Da ieri infatti i genitori, collegandosi al portale del ministero dell’Istruzione (www.istruzione.it/iscrizionionline/), potranno accedere al sistema per abilitare la funzione «Iscrizioni on line». Per farlo, tuttavia, a differenza dello scorso anno, è necessario che la famiglia sia in possesso di una identità digitale: si potrà accedere al sistema utilizzando le credenziali Spid (sistema pubblico di identità digitale), Cie (carta di identità elettronica) o Eidas (electronic identification authentication and signature). I genitori o coloro che esercitano la responsabilità genitoriale potranno individuare la scuola d’interesse attraverso il portale «Scuola in Chiaro», messo a disposizione dal ministero per dare informazioni dettagliate su ciascun istituto. Per l’iscrizione vera e propria alle prime classi di primaria, medie e superiori ci sarà tempo dalle ore 8 del 4 gennaio alle ore 20 del 28 gennaio. Per tutti gli studenti delle classi intermedie il passaggio alla classe successiva avviene d’ufficio a cura della scuola.

segue in leggi tutto ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 6762 bytes | Commenti?
Normativa : da Ministero Istruzione
Inviato da admin_CUSMA il 20/12/2021 19:18:16 (25 letture)

news ... OBBLIGO VACCINALE: NUOVA NOTA DAL MINISTERO DELL'ISTRUZIONE

20.12.2021
______________________________________________

Ministero dell’Istruzione
Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e di formazione
Il Capo Dipartimento


- Ai Dirigenti e ai Coordinatori didattici delle istituzioni scolastiche del sistema nazionale di istruzione
e, p.c.
- Ai Direttori generali e Dirigenti titolari degli Uffici scolastici regionali
- Al Sovrintendente Scolastico per la Scuola in lingua italiana di Bolzano
- All'Intendente Scolastico per la Scuola in lingua tedesca di Bolzano
- All’Intendente Scolastico per la Scuola delle località ladine di Bolzano
- Al Dirigente del Dipartimento Istruzione della Provincia di Trento
- Al Sovrintendente scolastico per la Regione Valle d'Aosta
- Alle Organizzazioni sindacali area e comparto istruzione e ricerca


Oggetto: Obbligo vaccinale del personale scolastico – Specifica.

A specifica delle indicazioni fornite con nota di questo Dipartimento n. 1927 del 17 dicembre 2021 e al fine di rispondere agli ulteriori quesiti pervenuti, si ribadisce che il decreto legge 26 novembre 2021, n. 172, non prevede deroghe all’obbligo vaccinale per il personale scolastico e
che, dunque, a prescindere dalla vicende contingenti che interessano i singoli rapporti di lavoro, la vaccinazione costituisce per tutto il personale della scuola, anche se assente dal servizio, requisito essenziale per lo svolgimento delle attività lavorative.
In ragione di quanto sopra, le procedure di verifica dell’avvenuta vaccinazione potranno non essere avviate soltanto nei confronti di coloro che non svolgono la propria prestazione di lavoro presso le istituzioni scolastiche perché prestano servizio presso altra amministrazione o ente, oppure perché fruiscono di aspettative o congedi che comportano l'astensione piena e continuativa dalle attività lavorative a scuola (per i motivi di assistenza e/o di cura familiare o per i motivi personali già richiamati nelle precedenti note di questo Dipartimento), oppure perché versano nelle condizioni di infermità, previste dalla normativa vigente e certificate dalle competenti autorità sanitarie, che determinano l’inidoneità temporanea o permanente al lavoro.

IL CAPO DIPARTIMENTO
Stefano Versari

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Mobilità : da "LaTecnicadellaScuola.it
Inviato da admin_CUSMA il 19/1/2022 17:26:23 (6 letture)

Mobilità (trasferimenti) docenti 2022/2023: chi può presentare domanda?

di S. Pappalardo - 18/01/2022

La trattativa tra ministero e sindacati sembra essersi arenata sul problema del blocco triennale introdotto dall’art. 58 del decreto 73 del 25 maggio 2021.

Detto articolo al comma 2 punto f) testualmente afferma: “Al fine di tutelare l’interesse degli studenti alla continuità didattica, i docenti possono presentare istanza volontaria di mobilità non prima di tre anni dalla precedente, qualora in tale occasione abbiano ottenuto la titolarità in una qualunque sede della provincia chiesta.

Le disposizioni di cui al precedente periodo si applicano a decorrere dalle operazioni di mobilità relative all’anno scolastico 2022/2023”.

Chi può presentare domanda
Possono presentare domanda di mobilità territoriale o passaggio di ruolo o cattedra i docenti con contratto a tempo indeterminato che:

- hanno superato l’anno di formazione e prova;
- hanno completato il triennio in una delle sedi richieste e ottenuta in occasione della domanda di trasferimento effettuata precedentemente;
- sono in possesso dell’abilitazione per transitare da un ordine di scuola a un altro o da una classe di concorso a un’altra;
- abbiano diritto alla riserva secondo quanto sancito dall’art. 13 del CCNI 2019/2021, anche se si trovano nel vincolo triennale.

Chi non può presentare domanda
I docenti che si trovano in una delle seguenti condizioni:

- in anno di formazione e prova nell’anno scolastico in corso 2021/2022;
- siano in servizio di ruolo nel sostegno con vincolo triennale.

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Disagio : da "LaTecnicadellaScuola.it
Inviato da admin_CUSMA il 19/1/2022 13:30:18 (6 letture)

Ministro Bianchi: i numeri sulla Dad li diamo noi, non l’Anp (presidi)

di P. Almirante - 18/01/2022

Il ministro della Istruzione, Patrizio Bianchi, commentando la stima dell’Anp secondo cui il 50% delle classi in Italia è in dad, ribadisce che i numeri li dà il ministero e nessun altro. Bianchi, rispondendo a una domanda, a margine di un convegno all’Istituto degli Innocenti di Firenze, è stato perentorio, pur confermando il suo riguardo per l’Anp: “Ancora una volta, il Presidente dell’Associazione Nazionale Presidi da dei dati. Noi abbiamo i dati li stiamo elaborando, li daremo quanto prima, e saranno i soli dati ufficiali.

[segue ...]

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 1685 bytes | Commenti?
Comunicati : da Gilda Insegnanti di FC/RN
Inviato da admin_CUSMA il 19/1/2022 13:20:00 (3 letture)

AVVISO AGLI UTENTI

A CAUSA DI LAVORI DI RIORGANIZZAZIONE INTERNA - LA NOSTRA SEDE DI CESENA MOMENTANEAMENTE E' APERTA AL PUBBLICO IL LUNEDI' CON IL SEGUENTE ORARIO 16.00/18.30.
RESTANO INVARIATI IL CONTATTO TELEFONICO/fax 0547 26145 E LA MAIL: GILDAFC@VIRGILIO.IT

CORDIALITA'


GILDA/FGU DI FORLI'-CESENA E RIMINI

18 gennaio 2022

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 28/12/2021 14:54:04 (19 letture)

Aumento esponenziale dei contagi da Covid-19, preoccupa in vista della riapertura delle scuole

di L. Ficara - 27/12/2021

I numeri del covid-19 sono impetuosi e l’aumento di contagi è sotto gli occhi di tutti, ma quello che è peggio non sono i numeri odierni, ma la prospettiva di un aumento esponenziale dei casi di positività in coincidenza con la riapertura delle scuole, una volta terminate le feste.

Il bollettino di oggi descrive un numero di casi di positività pari a 30810 con un tasso percentuale del 9% rispetto i tamponi fatti, ovvero un positivo ogni 11 tamponi effettuati.

La preoccupazione cresce
La situazione non è affatto tranquillizante e il rientro a scuola, già dal prossimo 7 gennaio 2022, preoccupa gli addetti ai lavori.

Rino Di Meglio, Coordinatore nazionale della Gilda Insegnanti, scrive su Facebook: “L’esplosione dei contagi tra bambini ed adolescenti dovrebbe indurre ad una riflessione urgente sulle misure di sicurezza adottate nelle scuole. La retorica è inutile”.

I numeri gravosi del Covid-19, che in questi giorni aumentano con una certa continuità, fanno ricordare al Presidente ANP Lazio Mario Rusconi, che “da troppi anni la scuola italiana è stata abbandonata al proprio destino, evidentemente perché la politica non la ritiene importante o prioritaria. Nella fattispecie pandemica, ancora una volta la scuola rappresenta l’anello debole del sistema. Le precauzioni e i presidi all’interno delle scuole sono ferrei e funzionano, grazie al duro lavoro degli insegnanti, del personale Ata e dei dirigenti. Purtroppo all’esterno non è così. Continuano gli assembramenti per le strade, nei negozi, nelle diverse attività ricreative, tra la gente. I mezzi pubblici non sono aumentati e anche li la calca è sotto i nostri occhi. Gli edifici scolastici sono rimasti gli stessi e le classi pollaio non sono scomparse”.

segue in leggi tutto ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 2872 bytes | Commenti?
Esami : da "LaTecnicadellaScuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 28/12/2021 14:46:52 (22 letture)

La Maturità 2022 prende forma: torna lo scritto ma solo d’italiano e poi maxi orale, Rusconi (Anp Roma) è d’accordo

di A. Giuliani - 27/12/2021

Anche gli addetti ai lavori sembrano gradire l’ipotesi che da oltre un mese sta circolando sul prossimo esame di Maturità: i “passi avanti” di cui ha parlato il ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi a fine novembre, confermati qualche giorno dopo dalla sottosegretaria all’Istruzione Barbara Floridia (“l’esame sarà diverso da quello dello scorso anno, se la pandemia lo permetterà cercheremo di tornare verso un esame tradizionale”), riscuotono il consenso dei presidi.

Si tratta di una presa di posizione che non può passare inosservata. Perchè se è vero che entro un mese sapremo come stanno le cose, con l’annuncio delle scelte prese a Viale Trastevere, anche in base all’andamento dei contagi da Covid, l’argomento interessa da vicino mezzo milione di maturandi.

La prima prova
Secondo Mario Rusconi, presidente dell’Anp Roma, occorre fare un bagno di realismo: “dobbiamo tener conto della situazione pandemica in atto e quella pregressa”.

“Sperando che si riesca a fare il più possibile didattica in classe, anche se la Dad non deve essere considerata il male assoluto – ha detto Rusconi all’Adnkronos – penso che sia giusto considerare la precarietà di questi ultimi tre anni di vita scolastica, per cui suggerirei magari soltanto la prova scritta di italiano così che i ragazzi possano esprimere i propri stati d’animo e le proprie sensazioni”.

All’orale si parlerà dello scritto non svolto

segue in leggi tutto ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 3960 bytes | Commenti?
Normativa : da Gilda di FC e RN
Inviato da admin_CUSMA il 28/12/2021 13:10:22 (14 letture)

Congedi parentali Covid prorogati fino al 31 marzo

Cesena, 27 dicembre 2021

Ai sensi dell’articolo 17, comma 3. Del DL 221/21 (cd decreto Natale) “Le misure di cui all'articolo 9 del decreto-legge 21 ottobre 2021, n. 146, convertito, con modificazioni, dalla legge 17 dicembre 2021, n. 215, si applicano fino al 31 marzo 2022”. Concretamente vuol dire che la possibilità di fruire del congedo Covid pagato al 50% per il genitore di figlio in quarantena o malato Covid o in Dad (che sarebbe dovuto cessare il 31.12.2021) è stata prorogata fino al 31 marzo prossimo. Il beneficio è previsto per chi ha figli nelle condizioni di cui sopra fino a 14 anni oppure disabili a prescindere dall'età. E' possibile fruire del medesimo congedo anche in caso di figli di età compresa tra i 14 e i 16 anni, ma non è prevista alcuna retribuzione.

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Comunicati : da Gilda FC/RN
Inviato da admin_CUSMA il 23/12/2021 15:20:00 (17 letture)

Open in new window












DA GIOVEDI 23 DICEMBRE IL NOSTRO UFFICIO RESTERA' CHIUSO PER LE FESTIVITA' DI FINE ANNO, ARRIVEDERCI NEL 2022.

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
(1) 2 3 4 ... 805 »

Cerca

Ricerca avanzata

Convenzioni Istituzioni
Convenzioni Istituzioni

Prossimi eventi
Nessun evento

Calendario
Mese PrecedenteGen 2022Mese Successivo
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31
Oggi

Informazioni sul sito
Webmasters

admin_CUSMA

gioacolo

giustim


Iscrizione
Open in new window



Newsletter
Iscrivetevi sulla nostra
Newsletter !
La vostra e-mail :

Formato 

Iscrizione avanzata.

Galleria

Nuovi utenti
antonio78 5/9/2020
FELICE 29/12/2019
MARTACOCCO 10/6/2019
SALVATORE 12/4/2019
giova1959 26/3/2019

Visite

da Giugno 2009

 

Gilda-Unams  |  Sito nazionale