username: password:      forget password  register
Login
Nome utente:

Password:

Ricordami



Password persa?

Registrati ora!

Menù principale

Gli Speciali
Mobilità
Utilizzazioni/Assegnazioni provvisorie
Contratti

Top News

Collegamenti


Federazione Gilda - Unams (FGU) di Forlì-Cesena e Rimini
Open in new window

La sede è aperta lunedì, mercoledì e venerdì dalle 16.30 alle 18.30 in Via Uberti 56/F a CESENA - Tel. 054726145
mail: gildafc@virgilio.it - PEC: fgu@pec.gildafc.eu
Cookie Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Ignorando questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
(1) 2 3 4 ... 698 »
Pensioni : Pensioni, quota 100 inibita nel 2019 a docenti e Ata.
Inviato da admin_CUSMA il 12/12/2018 17:10:00 (12 letture)

Open in new window
Pensioni, quota 100 inibita nel 2019 a docenti e Ata. 12 dicembre 2018

La Tecnica della Scuola lo sostiene da tempo: l’anticipo pensionistico quota 100 sarà approvato nella manovra di fine anno ed in mancanza di un provvedimento retroattivo specifico, il personale della scuola nel 2019 resterà fuori dal beneficio.
Ora, a sostenerlo sono anche i sindacati. “Quota cento non potrà valere per la scuola, che così salta un giro”.

Il personale della scuola resterà fuori

I termini per la presentazione delle domande "ordinarie" di pensionamento per la scuola scadono oggi mercoledì 12 dicembre.

Ma, “a questo punto, anche se la procedura prevista per la quota 100 sarà approvata nella manovra di Bilancio, in mancanza di un provvedimento retroattivo specifico, il personale della scuola resterà fuori, per quest’anno, da questa possibilità previdenziale”.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 2878 bytes | Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it" del 10 dicembre 2018
Inviato da admin_CUSMA il 11/12/2018 15:11:25 (17 letture)

Open in new window
Contratto d’Istituto, finisce male tra il DS e una sindacalista Gilda

di Lucio Ficara - 10/12/2018


Doveva essere l’occasione di chiudere il contratto di Istituto di una scuola di una “nota” città siciliana, invece è finita nell’aggressione del DS ad una sindacalista della FGU Gilda Unams.

Il DS non accetta le nuove norme contrattuali

Durante la contrattazione di istituto di una scuola di una “nota” città siciliana, una sindacalista della Gilda insegnanti, come ci riferisce lei stessa, faceva presente che la proposta di contratto presentata dal Dirigente Scolastico non era accettabile perché non teneva conto delle novità introdotte dal CCNL scuola del 19 aprile 2018, per cui chiedeva una profonda modifica della proposta contrattuale presentata dal dirigente.

Alla richiesta del Dirigente scolastico, continua il racconto della sindacalista della Gilda, di riferire quali sarebbero state le modifiche da apportare, la sindacalista faceva presente che, nel nuovo contratto non erano più previste l’informativa successiva, l’informativa preventiva ma questi istituti erano stati sostituiti dall’ informazione, confronto e contrattazione d’istituto, inoltre dovevano essere inserite anche le nuove materie oggetto di contrattazione previste nell’art.22 del CCNL 2016/18.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 4877 bytes | Commenti?
Stampa : da "IlSole24Ore.it" del 10 dicembre 2018
Inviato da admin_CUSMA il 10/12/2018 17:06:51 (14 letture)

ALTRE 20MILA ASSUNZIONI NELLA SCUOLA (18mila Ata)

di Eugenio Bruno e Claudio Tucci (10.12.2018)

Sulla pulizia delle scuole l’Italia parafrasa Vasco Rossi e va «con il rewind». Dopo un ventennio trascorso a cercare di esternalizzare il servizio, il nostro paese si arrende e si prepara a stabilizzare 18mila collaboratori scolastici (per due terzi ex Lsu comunali). Grazie a una modifica alla manovra introdotta alla Camera. Se poi aggiungiamo i 2mila docenti in odore di “posto fisso” per rafforzare il tempo pieno, ecco che il conto delle assunzioni nel comparto supera le 20mila unità. Considerando anche i 400 prof degli istituti musicali già previsti dal disegno di legge di bilancio originario. Così facendo la scuola diventa l’ambito del pubblico impiego più “gratificato”, quanto a nuove risorse umane, dalla maggioranza gialloverde.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 3808 bytes | Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it" del 7 dicembre 2018
Inviato da admin_CUSMA il 7/12/2018 18:02:02 (10 letture)

Attività didattica, il DS non decide al posto degli organi collegiali

di L. Ficara - 07/12/2018

Sono gli organi collegiali, in modo particolare il Consiglio di classe e il Collegio dei docenti, a proporre e deliberare la partecipazione di una classe ad un’attività didattica che si tiene fuori dall’aula o dalla scuola. Tali attività non possono essere decise dal solo Dirigente scolastico e imposte ai docenti di una classe.

Normativa su attività didattica alternativa

È utile ricordare che l’art.5, comma 8, del d.lgs.297/94 prevede che i consigli di intersezione, di interclasse e di classe hanno il compito di formulare al collegio dei docenti proposte in ordine all’azione educativa e didattica e ad iniziative di sperimentazione e di agevolare ed estendere i rapporti reciproci tra docenti, genitori ed alunni. I Consigli di classe, in modo particolare, esercitano le competenze in materia di programmazione e valutazione, si pronunciano su ogni altro argomento previsto dalle leggi e dai regolamenti alla loro competenza.

Ai sensi dell’art.7, comma 3, del d.lgs. 297/94 il Collegio dei docenti, nell’adottare le proprie deliberazioni, tiene conto delle eventuali proposte e pareri dei consigli di intersezione, di interclasse o di classe.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 4080 bytes | Commenti?
Formazione : da "LaTecnicadellaScuola.it" del 5 dicembre 2018
Inviato da admin_CUSMA il 5/12/2018 15:10:37 (21 letture)

Formazione in ingresso per i docenti neoassunti: tutte le info utili

di Redazione - 05/12/2018

Il periodo di formazione e prova è disciplinato dal Decreto Ministeriale 27 ottobre 2015, n. 850, e, per l’anno scolastico 2017/2018, dalla nota MIUR 2 agosto 2018, prot. 33989, che conferma il modello formativo sperimentato positivamente negli anni passati.

I DOCUMENTI

Decreto Ministeriale 850 del 27/10/15
Circolare Ministeriale 33989 del 02/08/2017
Tale modello prevede 50 ore di formazione complessiva strutturate in:

1. due incontri plenari in presenza, uno iniziale e uno conclusivo di restituzione finale, per un totale di 6 ore;
2. laboratori formativi per un totale di 12 ore, indicativamente 4 laboratori, ciascuno della durata di 3 ore;
3. peer to peer e osservazione per complessive 12 ore
4. formazione on line, globalmente quantificata in 20 ore.

Al termine dell’anno di formazione e prova il Dirigente Scolastico procede alla valutazione del personale docente in periodo di formazione e di prova, sentito il parere del comitato per la valutazione dei docenti e il tutor che ha seguito il docente neo-assunto.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 6414 bytes | Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it" del 5 dicembre 2018
Inviato da admin_CUSMA il 5/12/2018 15:00:00 (35 letture)

Pensioni quota 100, Di Maio: partirà a marzo, non si torna indietro. Tempi stretti per chi lavora a scuola

di A. Giuliani - 05/12/2018

Quota 100 partirà entro marzo 2019. A dirlo all’agenzia Ansa, durante un forum del 5 dicembre, è stato Luigi Di Maio, vicepremier e ministro del Lavoro e dello Sviluppo economico.

“Abbiamo gioito e lo farei ancora”

Commentando la celebre foto dal balcone di Palazzo Chigi, il leader grillino ha detto “di essere ancora contento dei risultati di quella sera: quota 100 per superare la Fornero, reddito di cittadinanza e pensione di cittadinanza, che partirà a febbraio. A fine marzo partirà il reddito, con sgravio contributivo pari al reddito e quota 100 che partirà tra febbraio e marzo. Per quello abbiamo gioito e lo farei ancora, quelle misure sono ancora nella legge di bilancio”.

Di Maio ha sottolineato, ancora una volta, che “i tecnici stanno lavorando”, mentre “i politici hanno il dovere di mantenere gli impegni presi con milioni di italiani”.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 4534 bytes | Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it" del 3 dicembre 2018
Inviato da admin_CUSMA il 3/12/2018 23:40:00 (22 letture)

Concorsi docenti in difficoltà: compensi umilianti per i commissari

di Reginaldo Palermo, La Tecnica della scuola, 3.12.2018

– Sul concorso straordinario per la scuola primaria e dell’infanzia pende la consueta spada di Damocle dei compensi spettanti ai presidenti e ai commissari.
Già in precedenti occasioni gli Uffici scolastici regionali avevano incontrato non poche difficoltà a trovare dirigenti scolastici, insegnanti ed esperti disponibili a fare parte delle commissioni.
.
Compensi fermi al 2016

Il motivo principale va ricercato nei modesti, modestissimi compensi previsti per chi si deve assumere la responsabilità di decidere del futuro professionale di tanti docenti.
Senza considerare che, con le attuali regole di contabilità, le spese di viaggio possono essere rimborsate ma solo se riguardano l’uso di mezzi pubblici e molto spesso chi abita nella stessa città sede delle prove non ha neppure diritto al rimborso delle spese dell’autobus o della metro.
Ma poi ci sono anche i timori per i ricorsi dei partecipanti contro le irregolarità di cui potrebbero essere chiamati a rispondere in prima persona gli stessi commissari.
Altro motivo che induce molti docenti a rifiutare l’incarico di commissario è legato alla impossibilità di ottenere un esonero anche solo parziale dagli impegni di cattedra: per chi non abita nella stessa città sede delle prove risulta quindi pressoché impossibile conciliare gli impegni di commissario con quelli di insegnante.
.
segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 2796 bytes | Commenti?
Comunicati : da UAT di Forlì-Cesena e Rimini sede di Forlì
Inviato da admin_CUSMA il 1/12/2018 16:36:08 (11 letture)

UAT di Forlì-Cesena e Rimini sede di Forlì, 27.11.2018

Parere dell’Avvocatura generale dello Stato

27 novembre 2018

Sentenza dell’Adunanza plenaria del Consiglio di Stato n. 11/2017 in tema di esclusione dalle graduatorie ad esaurimento dei docenti in possesso di diploma magistrale conseguito ante a.s. 2001/2002. Parere dell’ Avvocatura generale dello Stato in ordine alla possibilità di procedere alla valutazione dei predetti docenti ai fini del superamento del periodo di formazione di prova.

Allegati
nota-2446-del-10-luglio-2018-valutazione-anno-di-prova-diplomati-magistrali-con-ricorso-pendente-precisazioni (62 kB) "clicca qui"
http://fc.istruzioneer.gov.it/wp-cont ... ndente-precisazioni-1.pdf

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it" dell'11 dicembre 2018
Inviato da admin_CUSMA il 11/12/2018 21:00:00 (16 letture)

Open in new window
Progetti e fondo MOF, abolendoli i docenti avrebbero la 14-esima

di Lucio Ficara - 11/12/2018

Il 14 dicembre 2018 i docenti italiani riceveranno nel cedolino, oltre lo stipendio tabellare, l’indennità integrativa speciale conglobata, la retribuzione professionale docenti, anche la tredicesima mensilità. Bisogna sapere che se si tagliassero i tanti progetti extracurricolari e i relativi fondi del miglioramento dell’offerta formativa (MOF) e delle progettualità dei programmi operativi nazionali, i docenti potrebbero godere anche di una discreta 14-esima.

Calcolo del fondo MOF delle scuole

È utile sapere che le scuole, ogni anno scolastico, ricevono un fondo per il miglioramento dell’offerta formativa (MOF) per fare progetti, approfondimenti didattici e premiare anche il merito professionale di alcuni docenti.

Ogni anno sulla base di quello che viene stabilito dai contratti collettivi integrativi nazionali si definisce la ripartizione alle scuole dei finanziamenti, stabilendo i fondi dell’istruzione scolastica art.40, comma 4, lettera a) del CCNL scuola 2016-2018, i fondi delle attività complementari di educazione fisica art.40, comma 4, lettera b) del CCNL scuola 2016-2018, funzioni strumentali art.40, comma 4, lettera c) del CCNL scuola 2016-2018, incarichi specifici art.40, comma 4, lettera d) del CCNL scuola 2016-2018, aree a rischio art.40, comma 4, lettera e) del CCNL scuola 2016-2018, ore eccedenti di sostituzione art.40, comma 4, lettera f) del CCNL scuola 2016-2018, valorizzazione del merito dei docenti (Bonus merito) art.40, comma 4, lettera g) del CCNL scuola 2016-2018, comandati art.86 del CCNL scuola 2006/2009.

Il Contratto integrativo del 1° agosto 2018 per l’anno scolastico 2018/2019 ha definito i criteri per la ripartizione alle scuole di 819.888.000,00 euro lordo stato relativi ai fondi suddetti per il miglioramento dell’offerta formativa.

segue ...

Rango: 10.00 (1 voto) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 3945 bytes | Commenti?
Comunicati : Lutto in Gilda
Inviato da admin_CUSMA il 10/12/2018 17:30:00 (7 letture)

Open in new window
Ci ha lasciati Filippo Tortorici

Caro amico e collega che ha accompagnato molta parte della storia della Gilda

domenica 9 dicembre 2018

Un ultimo dolente saluto a Filippo Tortorici, componente della Direzione nazionale della Gilda degli Insegnanti e per lungo tempo Coordinatore Gilda della provincia di Catania, caro amico e collega che ha accompagnato molta parte della storia della Gilda.

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it" del 7 dicembre 2018
Inviato da admin_CUSMA il 7/12/2018 18:08:29 (14 letture)

Open in new window
Con cellulari e tablet studenti sempre più aggressivi: arriva il ‘patentino’...

di A. Giuliani - 07/12/2018

L’uso smodato del telefono cellulare, dello smartphone e del tablet sta diventando un problema serio, che influisce anche negli atteggiamenti, sempre più aggressivi. Anche a scuola, dove non bastano i regolamenti che ne proibiscono l’utilizzo e gli allievi fanno di tutto per aggirarli, pure quando vengono colti sul fatto: spesso, infatti, gli studenti fanno di tutto pur di “sbirciare” sul proprio dispositivo mobile, con manovre nascoste sotto al banco oppure recandosi con frequenza al bagno.

Agire sulla consapevolezza

Ecco, allora, che occorre agire sulla consapevolezza, sulla coscienza dei giovani. Ben vengano, le iniziative, quindi, in questo senso. L’ultima, davvero interessante, riguarda il ‘patentino’ per l’utilizzo dello smartphone e delle tecnologie sul web: è rivolta ai bambini tra i sei e gli otto anni e serve anche a combattere il cyberbullismo, andando a bene interpretare i contenuti della rete.

Questi, infatti, risultano in alta quantità attraente ma in realtà sono basati su informazioni vuote, distorte o, peggio ancora, con doppi fini.


segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 4079 bytes | Commenti?
Comunicati : da Miur - Stato nomine estero al 30 novembre 2018
Inviato da admin_CUSMA il 7/12/2018 17:54:46 (6 letture)

da Miur - dicembre 2018

Stato nomine personale scuole Italiane all'estero al 30 novembre 2018

Dirigenti scolastici:

Totale nomine 7
nomine effettuate 7
assunzioni avvenute/fissate 2

Personale docente:

Totale nomine 118 (2 nomine non attuate)
nomine effettuate 108
assunzioni avvenute/fissate 82

Lettori:

Totale nomine 35
nomine effettuate 30
assunzioni avvenute/fissate 11

Personale Ata:

Totale nomine 5
nomine effettuate 5
assunzioni avvenute 4.

TOTALE COMPLESSIVO

Nomine previste 192
Nomine effettuate 165
Assunzioni avvenute/fissate 115

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Dirigenti scolastici : da "LaTecnicadellaScuola.it" del 5 dicembre 2018
Inviato da admin_CUSMA il 5/12/2018 15:02:07 (10 letture)

Open in new window
Dirigenti scolastici, assunzioni con concorsi per titoli ed esami. La bozza del decreto.

di A. C. - 05/12/2018

Novità per i dirigenti scolastici. Così come previsto dall’articolo 24 del decreto semplificazioni (che introduce disposizioni per la deburocratizzazione, la tutela della salute, le politiche attive del lavoro e altre esigenze indifferibili), le selezioni per dirigenti scolastici diventano semplici concorsi per titoli ed esami.

Novità per gli ammessi al corso conclusivo della selezione iniziata nel 2017: saranno dichiarati subito vincitori e assunti, secondo l’ordine della graduatoria di ammissione al corso, nel limite dei posti annualmente vacanti e disponibili.

Il decreto è stato approvato formalmente dal Consiglio dei Ministri il 15 ottobre scorso (ma il testo non era stato mai reso noto). Il testo verrà nuovamente esaminato in un prossimo Consiglio dei Ministri.

IL DECRETO (clicca per il file PDF) QUI
https://www.tecnicadellascuola.it/wp-c ... o-ilovepdf-compressed.pdf

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Attività sindacale : Ruffilli - comunicato stampa Gilda
Inviato da admin_CUSMA il 4/12/2018 18:54:55 (11 letture)

da Gilda/FGU di Forlì-Cesena e Rimini 4.12.2018

FORLI': QUESTIONE ISTITUTO RUFFILLI

comunicato stampa

La nostra Associazione Professionale Sindacale pur apprezzando il rinvio del dimensionamento degli Istituti Superiori di Forlì, non può dirsi soddisfatta totalmente in quanto sembra si tratti solo di prendere un anno di tempo per convincere studenti, genitori e insegnanti che l’unica soluzione sia lo "smembramento" dell’Istituto Professionale Ruffilli; La nostra posizione chiara è di contrarietà alla divisione dell’Istituto Professionale come di qualunque altra istituzione scolastica.
Siamo convinti che vi siano altre strade per il dimensionamento e in questo anno intendiamo collaborare con tutti i Collegi dei Docenti, i Consigli di Istituto, i Comitati degli Studenti coinvolti e ogni altra associazione interessata per formulare proposte alternative.
In attesa di confrontarci con istituzioni quali la Provincia (o l'UAT) per iniziare quanto prima una discussione costruttiva, rimaniamo a disposizione di tutti coloro che vogliono lavorare su un progetto condiviso relativo a tutti gli Istituti Superiori Forlivesi.

La direzione provinciale Gilda/FGU di Forlì-Cesena e Rimini

Forlì, 4 dicembre 2018

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Pensioni : da "LaTecnicadellaScuola.it" del 3 dicembre 2018
Inviato da admin_CUSMA il 3/12/2018 14:25:51 (54 letture)

Pensioni, quota 100 rinviata al 2020

di P. Almirante - 03/12/2018

“Quota 100” , ma anche la proroga di “Opzione donna”, avranno un effetto differenziato per il personale della scuola, soggetto, non al calendario solare ma a quello scolastico .

A poter lasciare il mondo del lavoro, si legge su Il Corriere della Sera, in anticipo rispetto alla legge Fornero, saranno però soltanto coloro che hanno maturato, da almeno due anni, il requisito Quota 100 (62 anni di età e 38 di contribuzione) al 31 dicembre del 2018. Almeno, in base all’ipotesi del professor Alberto Brambilla, che in veste di esperto di previdenza affianca il vice premier Salvini, lavorando come consulente alla presidenza del Consiglio.

Domanda entro il 31 marzo

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 3153 bytes | Commenti?
(1) 2 3 4 ... 698 »

Cerca

Ricerca avanzata

Convenzioni Istituzioni
Convenzioni Istituzioni

Prossimi eventi
Nessun evento

Calendario
Mese PrecedenteDic 2018Mese Successivo
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31
Oggi

Videonews

Informazioni sul sito
Webmasters

admin_CUSMA

gioacolo

giustim


Iscrizione
Open in new window



Newsletter
Iscrivetevi sulla nostra
Newsletter !
La vostra e-mail :

Formato 

Iscrizione avanzata.

Galleria

Nuovi utenti
franticrn 9/11/2018
ElisaD4 6/11/2018
luismart 11/9/2018
syd73 24/3/2018
montemaggi 7/2/2018
GIULIOGRN 26/11/2017
dolcefranc 5/5/2017
mineanto 28/4/2017
frpche 25/4/2017
Albinoturc 15/3/2017

Visite

da Giugno 2009

 

Gilda-Unams  |  Sito nazionale