username: password:      forget password  register
Login
Nome utente:

Password:

Ricordami



Password persa?

Registrati ora!

Menù principale

Dove siamo

Gli Speciali
Mobilità
Utilizzazioni/Assegnazioni provvisorie
Contratti

Top News

Collegamenti


Federazione Gilda - Unams (FGU) di Forlì-Cesena e Rimini
Open in new window

La sede è aperta martedì e giovedì dalle 16:00 alle 18:30 in Via Uberti 56/F a CESENA - Tel. 054726145
mail: gildafc@virgilio.it - PEC: fgu@pec.gildafc.eu
Cookie & Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Cookie & Privacy Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie o alla nostra Privacy Policy, consulta la Cookie & Privacy Policy. Ignorando questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie e accetti la Privacy Policy. MAGGIORI INFORMAZIONI
Sondaggio
Lo staff di presidenza deve prendere vita da:
una elezione del Collegio docenti
una accurata valutazione di cv e skills
un concorso per titoli ed esami
una alternanza ogni tre anni
una nomina del Dirigente Scolastico
Scuola News
(1) 2 3 4 ... 728 »
Mobilità : da "LaTecnicadellaScuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 15/2/2020 17:09:27 (21 letture)

Mobilità 2020, differenza tra preferenze puntuali e sintetiche

di L. Ficara - 14/02/2020

Tra non molto, si prevede per la fine di febbraio 2020, dovrebbe essere presentata ai sindacati la bozza di Ordinanza Ministeriale per la mobilità 2020/2021. Ecco quante e quali preferenze di sedi il docente può esprimere nelle domande di mobilità territoriale e professionale.

Quante preferenze si possono esprimere

Nella domanda di mobilità 2020/2021 le preferenze delle sedi esprimibili sono un massimo di 15. Per la domanda di mobilità territoriale, sia essa provinciale che interprovinciale (domanda che si fa compilando un unico modello), si possono esprimere fino ad un massimo di 15 preferenze, mentre altre 15 preferenze, anche totalmente diverse dalla domanda di mobilità territoriale, possono essere espresse nella domanda di mobilità professionale (passaggio di ruolo e/o di cattedra).

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 4659 bytes | Commenti?
Concorsi : da "LaTecnicadellaScuola"
Inviato da admin_CUSMA il 14/2/2020 20:01:20 (14 letture)

news ... TFA sostegno 2020, firmato il decreto: quasi 20 mila i posti disponibili per il quinto ciclo

di L. La Gatta - 14/02/2020

E’ stato siglato oggi, venerdì 14 febbraio, il decreto che autorizza l’avvio del quinto ciclo dei percorsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno didattico agli alunni con disabilità.

I posti a disposizione sono quasi 20.000, per l’esattezza 19.585, distribuiti tra i vari Atenei italiani autorizzati all’attivazione dei percorsi.

Come si accede

Si accede ai percorsi previo superamento delle seguenti prove:

- test preliminare
- una o più prove scritte ovvero pratiche
- una prova orale.

Le prove sono predisposte dagli atenei.

Quando si svolgerà il test preliminare
Le date di svolgimento dei test preliminari sono fissate per tutti gli indirizzi della specializzazione per il sostegno per i giorni 2 e 3 aprile 2020.

segue su leggi tutto

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 4060 bytes | Commenti?
Stampa : da "ItaliaOggi - AziendaScuola"
Inviato da admin_CUSMA il 11/2/2020 15:40:00 (15 letture)

ITALIA OGGI - AZIENDA SCUOLA: MARTEDì 11 FEBBRAIO 2020

-Nuovo fronte nella maggioranza alla Camera sulle regole di assegnazione dei docenti: Chiamata sotto fuoco amico
Italia Viva dice no alla Granato (M5s) sulla cancellazione


-Nuovo anno, allarme precariato
Concorsi in ritardo e insufficienti. I sindacati contestano anche la valutazione delle prove. Saranno 100 mila le cattedre in organico da coprire


Concorsi nel guado, e il governo proroga le vecchie graduatorie. Emendamento al milleproroghe
Il governo ha preso atto che il ministero dell'istruzione non riesce a portare a termine i concorsi nei tempi previsti dalla legge ed è corso ai ripari.


-Test Invalsi: punteggi più alti se i prof sono empatici.
I risultati della ricerca delle università bicocca e cattolica di milano
Migliori punteggi nei test Invalsi, voti più alti e alunni più motivati se l'insegnante è empatico in classe e collaborativo con i colleghi.


-Sospensioni disciplinari, la direzione Toscana corre ai ripari dopo la sentenza della cassazione che ha negato il potere sanzionatorio in capo ai presidi.
La Cassazione ha chiarito definitivamente che i dirigenti non possono sospendere i docenti. Ma il ministero dell'istruzione non ha ancora rettificato la circolare 88/2010, che dice il contrario.

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 10/2/2020 20:40:00 (29 letture)

Open in new windowCollaboratori del Dirigente sono senza esonero, vicariato e potere di firma

di L. Ficara - 10/02/2020


I docenti che ricevono dai Dirigenti scolastici la funzione di essere loro collaboratori, è bene sapere che a questi docenti non può essere conferito l’esonero o semiesonero dall’insegnamento, il ruolo di vicario o facente funzione e il potere di firma.

Collaboratori del Ds sono semplici docenti

Normativamente parlando il collaboratore del Dirigente scolastico è un semplice docente a cui vengono delegati, dal capo dell’Istituto, alcuni precisi compiti. Tali docenti non possono assumere un ruolo giuridico diverso da quello che possiedono, la loro nomina è su base fiduciaria e non possono assumere la responsabilità dirigenziale nei confronti del personale scolastico e nemmeno quella amministrativa. Possono semplicemente assolvere, su delega pubblica del Ds, alcuni compiti specifici (redigere l’orario scolastico, fare le sostituzioni giornaliere dei docenti assenti, redigere una circolare da fare firmare al DS, fare il calendario degli scrutini, organizzare attività extracurricolari, organizzare conferenze, convegni…).

È utile ricordare che il decreto legge n. 95 del 6 luglio 2012, recante Disposizioni urgenti per la revisione della spesa pubblica con invarianza dei servizi ai cittadini, convertito, modificato nella legge n. 135 del 7 agosto 2012, è stata di fatto eliminata la funzione del docente vicario e facente funzione.

segue su leggi tutto

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 5607 bytes | Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 9/2/2020 14:45:11 (37 letture)

Open in new window
Burnout provocato da una DS piemontese, ma nessuno interviene

di Lucio Ficara - 09/02/2020

Quando i casi di burnout, che avvengono in una ben precisa scuola, sono tanti e la soluzione per guarire e rinascere è quella di trasferirsi, dimettersi o non accettare più supplenze in tale Istituto, allora una domanda bisogna porsela e capire dove stanno le responsabilità di tanto malessere.

Che cosa è il burnout

Il burnout è un termine che ha origini anglosassoni, il suo significato in senso letterale è: “bruciato”, “scoppiato” esaurito”.

La sindrome da burnout non è altro che l’esito patologico di un processo stressogeno che interessa, in varia misura e a seconda delle situazioni, diversi operatori e professionisti che sono impegnati quotidianamente e ripetutamente in attività che implicano le relazioni interpersonali.

Tale patologia, a causa di relazioni critiche con il proprio Dirigente scolastico, è entrata in modo molto diffuso nelle scuole italiane, le vittime sono i docenti e in modo particolare quei docenti che sono contrastati nella loro professione, in modo continuo e ripetuto nel tempo, dal Dirigente scolastico.

Le conseguenze di atteggiamenti persecutori del Dirigente scolastico, nei confronti di alcuni docenti, sono quelle di un aumento dell’ansia, di uno stato di disagio nell’agire professionale, fino ad arrivare ad avere paura per ogni cosa che si fa nella didattica e nel rapporto con gli studenti e i colleghi.

segue in leggi tutto

Rango: 10.00 (1 voto) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 4901 bytes | Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 9/2/2020 14:28:44 (17 letture)

Fondo di Istituto, illegittimi i progetti intramoenia che gonfiano il FIS

di Lucio Ficara - 08/02/2020

In molte scuole del nord Italia, in particolare in Veneto, Lombardia e Piemonte, le scuole chiedono soldi alle famiglie, attraverso contributi volontari, per attivare corsi e progetti intramoenia che vanno a gonfiare il FIS e si tratta di soldi, ci viene detto da alcune RSU direttamente coinvolte, che poi vengono contrattati.

Pagamento corsi di recupero con soldi delle famiglie

Il pagamento di corsi di recupero con i soldi delle famiglie non è una pratica prevista dalle norme legislative e contrattuali, per cui chiedere un contributo volontario dalle famiglie, che una volta ricevuto viene contrattato dal Dirigente scolastico e le RSU, per pagare i docenti interni alla scuola che svolgono i corsi di recupero è da considerarsi una pratica illegittima che andrebbe a toccare aspetti contrari alla legge e alle norme contrattuali. In sanità l’intramoenia è legittima perché disposta, con alcune precisazioni e accortezze, dalla legge, la stessa cosa non è per la scuola.

segue in leggi tutto

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 4389 bytes | Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 6/2/2020 20:20:00 (39 letture)

Open in new window
Convocazioni del Dirigente scolastico fuori dalle regole e dalla norma

di Lucio Ficara - 05/02/2020

Sempre più spesso ci sono dei casi di docenti convocati in ufficio di presidenza dal Dirigente scolastico per incontri con le famiglie che contestano le valutazioni. A volte queste convocazioni non rispettano la normativa vigente e hanno lo scopo di condizionare psicologicamente il docente convocato.

La convocazione del docente in ufficio di Presidenza

Bisogna sapere che una convocazione di un docente in ufficio di Presidenza, fatta da parte del Dirigente scolastico, dovrebbe essere formalizzata con nota scritta, riservata e contenete la motivazione della convocazione.

Se tale convocazione dovesse essere fatta per le vie brevi, attraverso una telefonata o con richiesta verbale fatta dallo stesso Ds o da un suo collaboratore, dovrebbe sempre essere formulata con la motivazione dell’urgenza.

Fuori dalle norme e dall’etica professionale è fare una convocazione per le vie brevi, non formalizzata, per attirare un docente in Presidenza e obbligarlo ad un confronto, non annunciato e non concordato, con la famiglia di uno studente. Se poi tale incontro ha lo scopo di contestare la valutazione di una verifica scritta o orale del docente nei confronti dello studente, tale modalità di convocazione oltre ad essere illegittima, potrebbe prendere i contorni dell’ipotesi di condizionamento psicologico del docente che si troverebbe, inconsapevolmente e inaspettatamente, nelle condizioni di dovere spiegare e giustificare, davanti al Dirigente scolastico, la sua valutazione e gli errori rilevati nella prova di verifica.

segue su leggi tutto

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 5357 bytes | Commenti?
Stampa : da "laTecnicadellascuola.it" del 30 gen 2020
Inviato da admin_CUSMA il 31/1/2020 18:51:42 (41 letture)

Concorsi, Miur stupito per la rottura dei sindacati: avevamo risolto metà dei problemi. Per Azzolina un problema in più

di A. Giuliani - 30/01/2020

Il Miur non comprende la decisione dei sindacati di interrompere le trattative sui concorsi e su altri nodi da sciogliere del comparto scuola.

La difesa del Miur: “colpevoli” di assumere 70 mila docenti

Commentando la decisione presa dalle cinque sigle maggiori, dopo che nemmeno l’intervento della viceministra Anna Ascani è servito a far venire incontro le parti, fonti del ministero dell’Istruzione fanno sapere che “desta stupore la posizione espressa dalle organizzazioni sindacali al termine del tavolo tecnico che si è tenuto oggi, a fronte di un governo che sta per assumere quasi 70 mila docenti attraverso i vari bandi di concorso in preparazione. Bandi che devono partire subito per consentire le immissioni in ruolo”.

Sempre le fonti interne al dicastero bianco di Viale Trastevere, sottolineano che “i sindacati decidono per la rottura, nonostante un tentativo di trattativa e l’accoglimento di metà delle questioni portate al tavolo odierno”.

segue ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 4373 bytes | Commenti?
Formazione : da "LaTecnicadellaScuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 15/2/2020 16:40:00 (21 letture)

Open in new window
Formazione docenti, Gilda boccia Azzolina: “Non si lavora gratis. Si pensi a periodi sabbatici per l’aggiornamento”

“Monte orario obbligatorio? Non si lavora gratis”

di F. De Angelis - 15/02/2020

La formazione obbligatoria deve avere un monte orario da inserire tramite contratto. E’ questo uno dei punti presenti all’interno dell’atto di indirizzo firmato dal Ministro Lucia Azzolina. Idea non molto condivisa dai sindacati, specialmente dalla Gilda degli insegnanti.

Formazione obbligatoria docenti, per Azzolina è indispensabile

Un punto che a quanto pare sembra prospettare continuità con le previsioni della legge 107/2015 (buona scuola), come già riportato in precedenza: “la formazione del personale docente – obbligatoria, permanente e strutturale – secondo la normativa vigente e le linee guida definite dal Piano nazionale per la formazione dei docenti, costituisce una condizione indispensabile per garantire l’efficacia dei percorsi di istruzione, per il cui tramite passa la possibilità di attualizzare la risposta educativa alla domanda delle nuove generazioni, sempre più caratterizzata dalla ricerca di qualità unita a elementi di innovazione”.

segue in leggi tutto ...

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 5995 bytes | Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 12/2/2020 20:23:38 (24 letture)

Precari, riparte la mobilitazione: sindacati spiegano i motivi in conferenza stampa

di F. De Angelis - 12/02/2020

I sindacati scuola Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola, Snals Confsal e Gilda degli Insegnanti hanno indetto oggi 12 febbraio una conferenza stampa a Roma per spiegare i motivi della mobilitazione indetta nei giorni scorsi.

Al centro delle richieste sindacali c’è la questione concorso straordinario: i sindacati chiedevano la pubblicazione della batteria dei test della prova computer based, l’unica prova concorsuale prevista, un aumento dei posti per l’immissione in ruolo dei vincitori e una maggiore valorizzazione dei titoli.

La mobilitazione che porterà allo sciopero di martedì 17 marzo, per il momento indetto da Unicobas, avrà comunque altre motivazioni: il rinnovo del contratto, la mobilità e la definizione di un sistema strutturale di abilitazione, temi che andavano inseriti, secondo le organizzazioni sindacali, in un crono programma del Miur.

Ecco il documento unitario dei sindacati

segue su leggi tutto

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 4793 bytes | Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 10/2/2020 21:01:00 (16 letture)

Dirigenti scolastici neassunti, indicazioni per la valutazione del periodo di prova

di L. La Gatta - 10/02/2020

Il Miur ha trasmesso la nota riguardante criteri e modalità per la valutazione e la documentazione del periodo di formazione e di prova per i Dirigenti scolastici neo-assunti nell’a.s. 2019/2020.

In particolare, saranno oggetto di valutazione:

- possesso ed esercizio delle competenze gestionali ed organizzative finalizzate alla correttezza, trasparenza, efficienza ed efficacia dell’azione dirigenziale;
- possesso ed esercizio delle competenze per lo sviluppo e la - valorizzazione delle risorse umane;
- possesso ed esercizio delle competenze concernenti i rapporti con la comunità scolastica, il territorio ed i referenti istituzionali;
- possesso ed esercizio delle competenze concernenti l’analisi della realtà scolastica di assegnazione, nonché della progettazione delle iniziative volte al suo miglioramento.

Il processo valutativo, la cui titolarità spetta al Direttore Generale dell’Ufficio Scolastico Regionale, prende avvio dalla documentazione prodotta dal dirigente scolastico neo-assunto.

segue su leggi tutti

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 2736 bytes | Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.It"
Inviato da admin_CUSMA il 10/2/2020 13:20:00 (29 letture)

News ... Ricostruzione carriera, non c’è prescrizione: per la Cassazione la domanda si può presentare anche dopo 10 anni dal ruolo

di A. Giuliani - 09/02/2020

Buone notizie per chi non ha mai presentato domanda di ricostruzione di carriera: secondo la Corte di Cassazione non ci sono vincoli temporali per farlo.
Quindi, non sussiste il termine dei 10 anni di prescrizione previsto dall’ex articolo 2946 del Codice Civile, con decorrenza dal giorno in cui il diritto può essere fatto valere, quindi dalla data della conferma in ruolo del lavoratore assunto.

L’Ordinanza della Corte Suprema

La Suprema Corte lo ha detto, con l’Ordinanza 2232/2020 del 30 gennaio scorso, sostenendo che ad essere prevalente è la logica dell’interesse ad agire da parte del lavoratore ricorrente, “in ordine all’azionabilità dei singoli diritti di cui l’anzianità di servizio costituisce il presupposto di fatto”.

La decisione della Cassazione potrebbe ora avere dei riflessi sugli stipendi, perché andando a rivedere l’anzianità di servizio, comprendente gli anni di supplenze precedenti all’immissione in ruolo, ne consegue che il dipendente scolastico potrebbe ritrovarsi in uno “scaglione” superiore.

Dal 1° settembre 2011, le fasce stipendiali sono le seguenti: 0-8 anni, 9-14, 15-20, 21-27, 28-34, 35 e oltre.

Permane, invece, il limite dei cinque anni di prescrizione quinquennale relativa al diritto alla retribuzione, ovvero il quantum della somma dovuta al dipendente: si tratta degli arretrati derivanti dai mancati compensi assegnati.

segue su leggi tutto

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 4004 bytes | Commenti?
Comunicati : da GILDA/FGU Nazionale
Inviato da admin_CUSMA il 9/2/2020 14:40:00 (72 letture)

SANZIONI DISCIPLINARI: DOPO CASSAZIONE CIRCOLARE DELL'USR TOSCANA SIA APRIPISTA

Roma, 5 feb 2020

“La circolare diramata dal direttore dell’Ufficio scolastico regionale della Toscana in materia di sanzioni disciplinari faccia da apripista per tutte le altre amministrazioni periferiche”.

Così Rino Di Meglio, coordinatore nazionale della Gilda degli Insegnanti, commenta il provvedimento con cui il numero uno dell’Usr toscano, in seguito a due ordinanze emesse dalla Corte di Cassazione (n. 28111/2019 del 31 ottobre 2019 e n. 30226/2019 del 20 novembre 2019), ammonisce i dirigenti scolastici dal sospendere i docenti dal servizio sottolineando che, come stabilito dalla Corte Suprema, la competenza di questo tipo di sanzione disciplinare spetta agli uffici preposti di ciascun ambito territoriale e non alla dirigenza scolastica.

“La circolare diramata dall’Usr Toscana rappresenta una vittoria importante per la nostra categoria – spiega con soddisfazione Di Meglio – e conferma il principio, da sempre sostenuto dalla Gilda, secondo cui la sospensione dall’insegnamento, diversamente da quanto previsto dai decreti Brunetta e Madia, compete soltanto all’Ufficio scolastico regionale”.

“Con le ordinanze della Cassazione e la conseguente circolare del direttore dell’Usr della Toscana – incalza il coordinatore nazionale della Gilda – viene riaffermato il diritto degli insegnanti a venire giudicati da un organo terzo e indipendente che, per ovvie ragioni, non può essere lo stesso dirigente scolastico che riveste anche il ruolo di inquirente e denunciante. Adesso – conclude Di Meglio – ci auguriamo che intervenga il ministero dell’Istruzione per uniformare i comportamenti di tutti gli Uffici scolastici regionali”.

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Comunicati : da Corriere Romagna
Inviato da admin_CUSMA il 7/2/2020 14:30:00 (18 letture)

Open in new windowNOTIZIE SCUOLA da FORLI'-CESENA 7 feb 2020


Liceo Fulcieri-Paolucci De Calboli di Forlì

Di sicuro servono nuovi spazi e per ora ci sono solo ipotesi. la ds Olivetti conferma l'esigenza ma non si sbilancia sulle possibili soluzioni che al momento sono al vaglio della provincia.

Dalle iscrizioni chiuse al 31 gennaio è emerso che sono lievitate le richieste degli studenti per uno degli indirizzi del centro studi di via Turati e via A. Moro.
Al liceo scientifico sono state 361 le domande pervenute a fronte di 222 studenti che terminano il ciclo di studi (+139); Stessa cosa all'ITE Matteucci 359 neo iscritti (+122); La questione non cambia al vicino Saffi/Alberti dove le nuove richieste sono 267 rispetto ai 197 in uscita (+70). Chiaramente un aumento degli iscritti in tutti e tre i plessi scolastici ripropone in maniera più accentuata il problema degli spazi. la provincia si è messa al lavoro per trovare una soluzione temporanea in vista del prossimo anno scolastico.

Istituto professionale Ruffilli di Forlì

Pochi iscritti, non parte il nuovo corso di Agraria. Non ci sono i numeri (almeno 20 studenti) minimi per partire almeno con una classe.

Partirà invece a settembre la succursale dell'ITIS Marconi di Forlì nel comune di Sarsina con il corso di meccatronica. Sono infatti 26 gli iscritti al primo anno del nuovo corso di studi, ragazzi provenienti da un vasto territorio che comprende i comuni di Verghereto, Bagno di Romagna, Sarsina, S. Agata Fetria, Novafeltria, Mercato Saraceno e Borello di Cesena.

ITIS B. Pascal di Cesena

Nessun cambio definitivo di sede dell'Itis "B. Pascal" di Cesena. Budget potenziato a 1,2 milioni di euro. Il sindaco di Cesena Lattuca durante il consiglio comunale di ieri giovedì 6 feb ha rassicurato le famiglie: Siamo al lavoro con la provincia per sistemare l'edificio che attualmente ospita la scuola cesenate del 1908. Si sta valutando se durante l'esecuzione dei lavori (2021) è possibile fare a meno di pensare a sedi succursali provvisorie o se sarà necessario utilizzare un'ala della vicina scuola media Plauto che attualmente ospita al terzo piano gli alunni della scuola primaria Munari che dal prossimo mese di settembre dovrebbero rientrare nella loro sede a S. Egidio, una volta terminate le opere di ristrutturazione. Se non dovessero bastare questi spazi, veranno cercate altre possibilità per ospitare le classi nel periodo dei lavori.

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Commenti?
Stampa : da "LaTecnicadellaScuola.it"
Inviato da admin_CUSMA il 6/2/2020 20:02:17 (25 letture)

Concorso straordinario secondaria, ecco la tabella titoli

di A. C. - 06/02/2020

Il ministro dell’Istruzione, Lucia Azzolina, rispondendo al Question Time alla Camera, ha parlato della situazione dei concorsi. L'Azzolina ha detto che per il concorso straordinario il bando è stato inviato al CSPI per il parere.

Secondo l’ultima bozza ci sarebbero 80 quesiti, per le classi di concorso curriculari, così ripartiti: 45 per le competenze disciplinari relative alla classe di concorso; 30 per le competenze didattico-metodologiche e 5 per la lingua inglese (lettura e comprensione). Ai quesiti si risponderà in 80 minuti (la prova si supera con 56/80). Ai titoli sarà così assegnato un punteggio massimo di 20 punti.

CLICCA QUI per la tabella titoli
https://imm.tecnicadellascuola.it/wp-c ... -titoli-straordinario.pdf

segue su leggi tutto

Rango: 0.00 (0 voti) - Vota questa notizia - Leggi tutto... | altri 2444 bytes | Commenti?
(1) 2 3 4 ... 728 »

Cerca

Ricerca avanzata

Convenzioni Istituzioni
Convenzioni Istituzioni

Prossimi eventi
  18:15
Riunione della Direzione Provinciale

Calendario
Mese PrecedenteFeb 2020Mese Successivo
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29
Oggi

Informazioni sul sito
Webmasters

admin_CUSMA

gioacolo

giustim


Iscrizione
Open in new window



Newsletter
Iscrivetevi sulla nostra
Newsletter !
La vostra e-mail :

Formato 

Iscrizione avanzata.

Galleria

Nuovi utenti
FELICE 29/12/2019
MARTACOCCO 10/6/2019
SALVATORE 12/4/2019
giova1959 26/3/2019
Angelarosa 16/1/2019

Visite

da Giugno 2009

 

Gilda-Unams  |  Sito nazionale